Anpas Lazio presenta il manuale di soccorso

 Un contributo importante, da parte del volontariato laziale, alla cultura della prevenzione e del soccorso tra cittadini consapevoli e impegnati nel sociale, come i volontari delle 17 pubbliche assistenze del Lazio. Il manuale, realizzato in collaborazione con il contributo di Spes e il centro di formazione Christian Manzi, è uno strumento formativo fondamentale per chi, come i volontari, interviene sulle emergenze che ogni giorno avvengono sulle strade del Lazio. Volontari sempre più formati, quindi, sul primo soccorso e sempre più preparati a intervenire in situazioni di emergenza.
Angelo Ballacci, presidente del comitato Regionale Anpas Lazio dichiara: “La base teorica è stata condivisa e scritta in collaborazione con medici e infermieri professionali che con i loro saperi ed esperienza, hanno contribuito a tradurre il nostro bisogno di formazione in qualcosa di concreto e sistematico”.

“Ogni giorno migliaia di persone si adoperano nel portare assistenza e conforto alle persone vittime di malori, di incidenti stradali o sul lavoro”, ha dichiarato la Dott.ssa Rossella Carucci (Direttore Sanitario dell’Agenzia Regionale Emergenza Sanitaria 118 Lazio). “L’obiettivo di tutti gli operatori del sistema di Emergenza deve essere quello di omogeneizzare le conoscenze e le esperienze, creando le premesse di competenza e collaborazione all’interno della rete”.

Oltre ad Angelo Ballacci, presidente di Anpas Lazio, alla presentazione sono stati invitati presenti la Dott.ssa Rossella Carucci (Direttore Sanitario dell’Agenzia Regionale Emergenza Sanitaria 118 Lazio), Renzo Razzano (presidente Spes), Giovanni Vanni (Misericordie Lazio). Al termine della presentazione sarà offerto un aperitivo a tutti gli intervenuti.

I numeri. L'Anpas Comitato Regionale Lazio comprende, oggi 17 associazioni di volontariato, oltre 1000 volontari, con 39 autoambulanze, 13 mezzi di protezione civile, 4 automediche e 33 automezzi per il trasporto disabili, svolgono annualmente oltre 50.000 servizi ogni anno.