Emergenza freddo in Sicilia, gli interventi di protezione civile e per i senza fissa dimora

Enna, 5 gennaio - L’associazione LeAli ha continuato i servizi in strada, a Palermo, per le persone senza fissa dimora, assistendone 30 con coperte, giubbotti e bevande calde. Una squadra ha passato la notte presso la chiesa di San Giorgio in Kemona dove sono stati ospitate le persone senza fissa dimora.
Sempre in provincia di Palermo, volontari impegnati a Petralia Sottana, Lercara Friddi, Vicari, Mezzojuso e Prizzi.
A Erice interventi solo nella giornata di ieri, soprattutto per l’assistenza ai guidatori in panne e per il montaggio delle catene. 
Il territorio messo maggiormente in difficoltà dalla neve è stato quello di Enna dove la neve è caduta per più di 30 ore e che ha visto l’impegno dei volontari Anpas con squadre di 30 persone che, oltre lo spargimento sale e l’assistenza per strada, hanno fatto servizio di taxi farmaco, assicurato beni di prima necessità ad anziani, disabili e partorienti.
In provincia di Catania, la pubblica assistenza di Paternò è stata attivata questa mattina per le strade ghiacciate e i volontari hanno fatto spargimento sale nelle strade principali del comune e vicino l’ospedale.
L’associazione paternese, a seguito delle eccezionali basse temperature, ha attivato una raccolta di coperte, giubbotti, berretti e sciarpe da distribuire alle persone che si trovano in situazioni di fragilità. La raccolta sarà fatta presso la sede operativa che si trova in Via Giovanni Verga 89/91.

 

Emergenza freddo

4 gennaio - A seguito del calo termico che ha colpito la Sicilia sono stati potenziati i servizi per persone senza fissa dimora. A Barcellona Pozzo di Gotto (ME), l’associazione di protezione civile ha aperto le porte della pubblica assistenza a tutti i coloro i quali si trovano in difficoltà, basta chiamare la sala operativa al numero 3929432457. 

A Palermo, la pubblica assistenza LeAli in coordinamento con Croce Rossa e comune di Palermo, ha attivato un numero (091 67 33 432) dedicato alle persone senza fissa dimora che verranno ospitate nel dormitorio comunale o assistite su strada. Ieri sono già stati soccorsi 3 persone, poi trasportate negli ospedali di Palermo, e altre 2 ospitate nel dormitorio comunale.
A Enna non si segnalano particolari esigenze da parte di persone senza fissa dimora, ma i volontari della pubblica assistenza sono impegnati con gli interventi di protezione civile e spargimento sale già dalle 2 del 3 gennaio. È stato fatto anche un intervento in autostrada per macchine in panne, nelle quali viaggiavano bambini.
A Leonforte e Cerami (EN) volontari impegnati con mezzi spargisale e mezzi spazzaneve ma non si segnalano difficoltà alla viabilità.
A Erice strade chiuse e possibilità di circolare solo con catene o mezzi 4x4. Una squadra di volontari de Il soccorso è impegnata per gli interventi di protezione civile.