Incendi in Sicilia, Anpas: "Volontari impegnati da giorni sulle fiamme"

In merito all'accusa contestata dalla Polizia di Stato di Ragusa a un'intera squadra di 15 pompieri ausiliari indagata per truffa e incendio, Anpas Sicilia condanna i fatti gravissimi, qualora fosse accertata la loro veridicità, ma non può che sottolineare la totale estraneità del volontariato ai fatti.
«In questi mesi continua l’attacco diretto contro il volontariato, facendo ogni volta una generalizzazione. Anpas Sicilia non può permettere che ancora una volta il ruolo del volontariato venga svilito in questo modo» - dichiara il presidente di Anpas Sicilia, Lorenzo Colaleo - «Proprio in queste ore, dal 4 agosto, 65 volontari delle nostre pubbliche assistenze sono impegnati nell’emergenza incendi in provincia di Enna e tutti stanno operando con spirito di abnegazione e, soprattutto, a salvaguardia dei territori».
Anpas Sicilia ribadisce che i volontari non percepiscono alcun compenso, di nessuna natura, così come stabilito dalla legge 194/01 che rimborsa unicamente le spese sostenute per il carburante, sulla base dei chilometri fatti e non degli interventi.