╚ stato approvato il piano comunale di protezione civile di Enna

Enna, 17 ottobre 2016 (di Miriam Colaleo) - È stato approvato questa mattina, durante il consiglio comunale di Enna, il piano comunale di protezione civile redatto da Anpas Sicilia, l’università della Basilicata, l’università Kore di Enna e il dipartimento regionale di protezione civile.
Un piano comunale che ha visto l’impegno dell’ufficio tecnico di Anpas Sicilia, con l’ingegnere Nuccio Costa e l’architetto Tiziana Pugliese, con la collaborazione di Carmine Lizza, geologo e responsabile nazionale di protezione civile di Anpas, dell’ingegnere Leonardo Chiauzzi e del professore Marco Mucciarelli, dell’università della Basilicata.
I lavori per redigere il piano comunale di protezione civile di Enna sono iniziati nel 2011 e sono terminati all’inizio del 2015.
“È un grande traguardo perché finalmente il territorio di Enna avrà uno strumento di pianificazione anche per le emergenze”, ha dichiarato il presidente di Anpas Sicilia, Lorenzo Colaleo, “Credo che le amministrazioni comunali debbano attingere dal volontariato anche per le fasi di previsione e prevenzione, d’altronde le associazioni di volontariato al loro interno hanno delle professionalità che andrebbero valorizzate al meglio così come è stato fatto per la redazione del piano comunale di protezione civile di Enna”.

Durante la presentazione del piano comunale di protezione civile, fatta nell’aprile del 2015, il professore Marco Mucciarelli, fisico e direttore del Centro Ricerche Sismologiche dell'Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (OGS), ha definito Enna come un comune da prendere ad esempio: “In Italia sono davvero pochi i comuni che hanno il piano comunale di protezione civile e in qualche caso, chi ce l’ha, lo ha fatto male.”

Soddisfazione per il direttore del dipartimento di protezione civile regione siciliana, Calogero Foti per il quale questo non è un punto di partenza ma solo un punto di inizio per una città più sicura e più informata.

Nei prossimi mesi Anpas Sicilia, in collaborazione con la pubblica assistenza di Enna e con il comune di Enna, proporrà delle attività e delle simulazioni per informare i cittadini e per provare concretamente il piano comunale.