Sistema di valutazione del CSVE presentato al Salone del libro

 Il Centro di Servizio per il Volontariato Etneo è stato protagonista nei giorni scorsi al Salone del libro di Torino, che ha appena chiuso i battenti. L’area di CsvNet, il coordinamento nazionale dei Centri di Servizio, ha infatti ospitato la presentazione del volume “L’esperienza nel controllo delle reti sociali delle associazioni di volontariato. Il caso del CSV Etneo”, atti del convegno “Il sistema di valutazione del CSVE: risultati e sviluppi”, svoltosi a Catania nel 2013.
A illustrare il lavoro svolto, il prof. Pierluigi Catalfo, docente del Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania, curatore del volume, e Angela Litteri, esperta di valutazione del CSVE, fra i coautori (entrambi nella foto); gli altri contributi sono di Silvia Rita Pia Angilella, Salvatore Corrente, Salvatore Greco, Jennifer Johnson, Benedetto Matarazzo, Angelo Mazza.
Il libro, edito da Aracne, sistematizza e raccoglie un’esperienza innovativa avviata nel 2010, quando il CSVE affidò la supervisione dell’area Ricerca e Valutazione al GOT (Centro di Ricerca Interdisciplinare sulla Governance dello Sviluppo Territoriale) dell’Università degli Studi di Catania, per analizzare la qualità dei servizi erogati alle Organizzazioni di Volontariato, i fattori che hanno influito maggiormente sul livello di soddisfazione espresso relativamente ad un settore attraverso la Customer Satisfaction Analysis, le modalità con cui si è reso conto agli stakeholder dell’attività svolta e dei risultati attesi ottenuti attraverso la rendicontazione sociale, e altri aspetti ancora. L’esito raggiunto è andato ben oltre gli obiettivi prefissati e la strada intrapresa dal CSVE in materia di Valutazione permette alle Associazioni di costruire il proprio sistema di rilevazione in relazione alle proprie attività ed ai servizi che offrono alla comunità. Il sistema di valutazione del CSVE è considerato “buona prassi” dal sistema CSV nazionale.