Presentato stamani il progetto "Insieme a te"

È stato presentato questa mattina a Castelvetrano il progetto "Insieme a te", finanziato da Fondazione con il Sud.

 Il progetto intende potenziare la rete e i rapporti con altre associazioni aderenti all'ANPAS Sicilia, presenti sia nel territorio locale sia in tutta la provincia di Trapani, implementando i servizi offerti ai migranti per diffondere tra gli stessi, delle informazioni base dando, attraverso corsi, incontri, seminari, un orientamento su come comportarsi per gestire problemi legati alla salute e alla prevenzione e fornire gli strumenti per inserirsi consapevolmente nel nostro paese, intraprendendo itinerari di crescita e di responsabilità.

Il progetto si svilupperà in due fasi. In una prima fase verranno individuati ragazzi con discreta conoscenza di lingue straniere( francese- inglese- arabo) e un gruppo di migranti con una discreta conoscenza della lingua e del territorio, che saranno inseriti in un percorso formativo.

Nella seconda fase, i soggetti formati saranno affiancati ai volontari delle associazioni e inseriti in una serie di attività rivolte alla cittadinanza e in particolar modo ai migranti con poca conoscenza del territorio e della lingua, in modo tale da poter svolgere una funzione di ponte tra i volontari e soggetti solitamente diffidenti ad un approccio frontale del solo volontario di nazionalità italiana.

Le persone formate avranno un ruolo attivo nella gestione di punti di informazione e promozione, di laboratori creativi, del centro di ascolto e sportelli polifunzionali.

Nell’ottica di una sensibilizzazione alle buone prassi in materia di salute e sicurezza, si organizzeranno giornate di incontri con la popolazione, mediante manifestazioni di piazza e di convegni in scuole secondarie.

I partner saranno coinvolti periodicamente nella gestione con attività periodiche di coordinamento

L’obiettivo è quello di formare in un gruppo di migranti una coscienza civile, che possa tradursi in un secondo tempo in cittadinanza attiva, e in attività di volontariato rivolti sia a loro connazionali, ma anche a cittadini italiani, favorendo in tal modo un percorso di integrazione e di miglioramento della qualità della vita.

Il Progetto avrà una durata di 2 anni a partire da Gennaio 2015

 

 

OBIETTIVI

Rafforzare la rete tra le varie associazioni coinvolte.

Nuova formazione per nuovi volontari.

Creare una comunità d'accoglienza e ampliare la rete di servizi per migranti e cittadini.

Diffusione della cultura della salute.

Creare un sentimento di appartenenza a una comunità nei soggetti migranti.

Prevenzione di scontri culturali tra i cittadini i migranti, rendere pacifica la convivenza evitando ogni forma di discriminazione socio culturale.

 

 

OBIETTIVO PRINCIPALE

Obiettivo principale del progetto è il rafforzamento della rete di volontariato, che rappresenta per la Sicilia e per le singole realtà locali, fatta di piccoli centri isolati caratterizzati da distanze elevate e difficoltà varie un notevole aiuto, in termini di risorse umane, sia per la crescita del volontariato, sia per la possibilità di dare maggiori e qualificate risposte ai diversi bisogni della collettività, formando nuovi volontari che contribuiranno alla crescita della rete.

Inoltre l’inserimento nel progetto di migranti che svolgano nella seconda fase una funzione ponte risponde al doppio obiettivo di migliorare la comunicazione con le comunità e i gruppi di varie nazionalità sparse sul territorio che spesso non si avvicinano alle istituzioni e non accedono a servizi sanitari per diffidenza o ignoranza. In tale contesto, il miglioramento della loro qualità di vita e una diminuzione di un eventuale rischio di diffusione di malattie è un'altro dei principali obiettivi del progetto.